Isola News Edizioni Sole
Home
Appuntamenti
Attualità
Cultura
Economia
Lavoro
Politica
Rubriche
Scienza & Tecnologia
Spettacoli
Sport
Turismo
Le ultime notizie dalla Sardegna

Al Teatro Comunale all’aperto di Via S.Alenixedda a Cagliari, ore 21,30
FESTIVAL DI MUSICA ZINGARA E KLEZMER
Il primo appuntamento e’ con la musica zingara e klezmer: oggi di scena Dire Gelt
img
Il gruppo Dire Gelt

Stasera alle primo appuntamento del “Festival di Musica Zingara e Klezmer” organizzato dal Palazzo D’Inverno con il contributo della Regione e del Comune di Cagliari . Il rinnovato interesse a livello internazionale verso la musica zingara e klezmer (musica degli ebrei dell¹est europeo), la qualità indiscutibile di alcuni ensamble e la loro vitalità, ci hanno spinto ad impegnarci alla creazione di questo festival. In scena il gruppo “DIRE GELT” (che in yiddish significa i soldi dell’affitto) che da anni subisce e trasmette il fascino della musica klezmer. La formazione propone uno spettacolo divertente e raffinato, frutto di un lavoro di arrangiamento collettivo basato su brani tradizionali. Il concerto conduce il pubblico nel profondo delle atmosfere evocative che questa musica riesce a sprigionare. Suonare musica klezmer, oltre che un modo di riportare alla luce una ricca tradizione musicale, è una maniera per tendere un filo tra passato e presente: la discriminazione, l’intolleranza, lo sterminio subiti da ebrei, zingari ed altri “sub umani” rimandano immediatamente alla condizione attuale di tutte le genti esiliate, bombardate, massacrate. La memoria del passato ci appare indispensabile per opporsi alle ingiustie del presente.Sul palcoscenico: F. Plancher (voce), K. Garbin (flauto traverso, percussioni, cimbalo,) O. Bignardi (clarinetto), S. Sansone (fisarmonica, mandolino), A. Stragapede (chitarra – satz), A. Ciraci (contrabbasso), L. Saracino (percussioni).

Per almeno tre secoli piccole orchestre di Klezmorim (musicisti) e badchonim (cantanti-commedianti), hanno animato le feste degli ebrei dell’Europa Centrorientale (ashkenaziti), con canti e danze intrisi di struggente malinconia, arguta ironia, estro ed esotismo, divertendo così anche il pubblico non ebraico.
Essi portavano in giro la musica nata nel periodo delle prime ghettizzazioni ed evolutasi durante l’esilio, sotto l’influsso dei vari paesi ospitanti. Materiali provenienti dalle più diverse culture – rumena, ungherese, ucraina, russa, balcanica, greca, turca ed anche zingara – vengono accolti dai klezmorim e rielaborati nel corso del tempo.

Suonare musica klezmer, oltre che un modo di riportare alla luce una ricca tradizione musicale, è una maniera per tendere un filo tra passato e presente: la discriminazione, l’intolleranza, lo sterminio subiti da ebrei, zingari ed altri “sub umani” rimandano immediatamente alla condizione attuale di tutte le genti esiliate, bombardate, massacrate. La memoria del passato ci appare indispensabile per opporsi alle ingiustizie del presente.

DIRE GELT, (che in yiddish significa “i soldi dell’affitto”) è il nome di questo ensemble che da anni subisce e trasmette il fascino della musica klezmer. La formazione propone uno spettacolo divertente e raffinato basato su suggestivi momenti di coralità, percorsi introspettivi e forme improvvisate. Frutto di un lavoro di arrangiamento collettivo e basato su brani tradizionali, lo spettacolo conduce il pubblico nel profondo delle atmosfere evocative che questa musica riesce a sprigionare: al canto, singhiozzante ed ed incitante, si mescolano i suoni di clarinetto, mandolino, flauto, chitarra, fisarmonica, percussioni e contrabbasso.
I canti (spesso creati e soprattutto eseguiti dalle donne) sono eseguiti in yiddish (jiddisch) ibrido tra il tedesco antico, l’ebraico e le lingue slave, parlato dagli ebrei dell’Europa Centrorientale prima della Shoà. Sono canti d’amore, nuziali, ninnenanne, canti di lavoro, di protesta e – pur essendo di argomento profano – mai si staccano totalmente dalla atmosfera della musica sacra.

Dire Gelt si é formato alla fine del 1993. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti di pubblico e di critica. Una crescente attività concertistica ha portato il gruppo ad esibirsi nelle piazze e nei teatri di numerose città italiane ed estere (ad Amburgo, Zurigo, Basilea, Berna, Neuchatel e, in collaborazione con il terzetto austriaco “10 Seiten 1 bogen” a Linz ed a Vienna).

Dire Gelt ha composto ed eseguito dal vivo le musiche per il film “Yiddish Gliene” (URSS, 1925) e “Menschem am sontag” (Germania, 1929) presentate a Bologna in prima assoluta al festival “Il Cinema Ritrovato” nelle edizioni del 1996 e1998. Il gruppo ha inoltre inciso un compact disc dal titolo “Klezmer music & Yiddish Songs” (1996, Harmony Music, collana Essential).

Diego Velazquez

 


0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *